technology machinery | 12. 07. 2010

Plastiche miste: ROTEAX
stampaggio a bassa pressione

Plaxtech S.r.l.

Per rispondere ad un promettente potenziale mercato, PLAXTECH ha messo a punto una tipologia di impianto per lo stampaggio a bassa pressione di materie plastiche, ispirato a criteri di semplicità ed economicità. È stata per questo adottata una tecnologia ad iniezione a bassa pressione , che impiega ugelli smaterozzatori multipli di ampio passaggio e particolari estrusori per poliolefine, garantendo una distribuzione uniforme del prodotto nello stampo. L’iniezione avviene con una o più teste di accumulo, per accelerare il ciclo di riempimento e dare continuità al processo produttivo. Il macchinario è di modeste dimensioni rispetto ai grandi manufatti che si possono realizzare, e dotato di stazioni rotanti per grandi produzioni e lavora con una produttività di circa 60/90 cicli/ora.

I compound plastici eterogenei utilizzati si prestano alla realizzazione di numerosi manufatti di varia tipologia: pallet, casse, barriere ecc.

La tecnologia di stampaggio a bassa pressione è in uso dalla fine degli anni '90. Permette di stampare manufatti plastici con pressioni di riempimento significativamente inferiori rispetto ai processi tradizionali.

Questa tecnologia garantisce non solo la qualità e la precisione, proprie dello stampaggio tradizionale, ma anche maggiore capacità produttiva e considerevoli risparmi di costo. I vantaggi derivati dal suo uso sono molteplici:

  • ridotta velocità di riempimento;
  • la minore forza necessaria (minore forza di chiusura necessaria)per la realizzazione del manufatto rispetto a quella impiegata nell'iniezione tradizionale;
  • la minimizzazione delle tensioni residue del manufatto;
  • l'eccellente stabilità dimensionale ed omogeneità delle proprietà meccaniche dei manufatti;
  • la minore sollecitazione meccanica dello stampo, con riduzione dell'usura dello stesso;
  • l'ampliamento delle possibilità di impiego dei materiali termoplastici misti in sostituzione di quelli tradizionali.

Ritorna alle news